2017_news-12_AUTinCIT18-post

AUTORI in CITTÀ | VII edizione / 2017-2018


PROGETTI
2017-18

AUTORI in CITTÀ
VII edizione | Palermo 2017-2018

progetto & ideazione
OLIVER

con il sostegno di 
Goethe-Institut Palermo /
Goethe-Zentrum Palermo
/

Institut francais Palermo /
Comune di Palermo

editori coinvolti
Topipittori / Mondadori / San Paolo edizioni / Rrose Sélavy

progetto grafico 
rospeinfrantumi

L'associazione Oliver, impegnata in progetti educativi per l'infanzia e l'adolescenza, percorsi di promozione alla lettura ed educazione all'immagine, propone per l'anno scolastico 2017/18 Autori in città, un progetto teso ad alimentare nei giovani il piacere della lettura.

Autori in città è un progetto di promozione alla lettura volto a stimolare nei giovani un atteggiamento positivo verso il libro e la lettura. Attraverso un percorso guidato i bambini avranno occasione di conoscere il mondo del libro, accostarsi alla pagina scritta, appassionarsi alle storie, incontrare gli autori. Le attività proposte dal progetto porteranno gli alunni a percepire la lettura come atto libero e creativo, occasione di crescita e d'incontro con se stessi e con l'altro.

IL PROGETTO
DESCRIZIONE E ARTICOLAZIONE

Il progetto si sviluppa in percorsi costruiti per fascia di età:

  • percorso elementari
  • percorso medie
  • percorso superiori

Ogni percorso si articola in:

  • 1 incontro con un'esperta in letteratura per l'infanzia e rivolto alle classi
  • 1 percorso di lettura condotto in classe
  • 1 incontro con l'autore / periodo: marzo - aprile - maggio*

* Il programma degli appuntamenti potrebbe subire variazioni.

GLI AUTORI
E LE EDIZIONI

  • Anne-Laure Bondoux
  • Nadia Budde
  • Franco Lorenzoni

 

MODALITÀ

1) INCONTRO CON L'ESPERTO
L'incontro con l'esperto esterno rappresenta un'occasione per scoprire i libri tra i più significati nel panorama nazionale; verranno presentati testi adatti alla fascia di riferimento. La classe verrà introdotta al mondo del libro: com'è fatto un libro, di quante parti è composto, quante informazioni sono presenti nella copertina.

2) PERCORSO DI LETTURA
A seguito dell'incontro con l'esperto le classi cominceranno il percorso di lettura seguito e coordinato dai docenti coinvolti nel progetto. Ogni alunno sarà invitato a leggere il testo scelto dal proprio insegnante. Le attività legate al testo, gli approfondimenti, le analisi e i dibattiti verranno svolte secondo le indicazioni del docente a cui è lasciata autonomia assoluta.

AutCit18_01_Anne-Laure Boundoux

Incontro con Anne-Laure Boundoux è l'occasione per conoscere un'autrice l’autrice capace di creare delle narrazioni che si prestano al vero senso del narrare (sembrano in qualche modo storie che vengono da un altro tempo, perfette per essere dette ad alta voce, per essere condivise, per lasciare un segno) e che veicolano, attraverso la poesia della parola, temi essenziali che attraversano la storia degli uomini.

AutCit18_01_Anne-Laure Boundoux_finchesiamovivi_cover

Finché siamo vivi
, Mondandori editore
– e
tà di lettura dai 12 anni

Un romanzo ambientato in un tempo e in un luogo imprecisati, il romanzo parla di un amore sbocciato prepotentemente anche in un contesto di guerra, depressione e paura; della pazzia e del coraggio di trovare avanti per la propria strada, andando incontro ad una lunga sfilza di difficoltà, ed andando contro alla diffidenza e alla malignità delle persone; senza che vi siano lieti fini scontati e banali, solo vita. Non vi è alcun buonismo in questo crudo romanzo, il cui più importante messaggio sembra essere quello riassunto dalla frase che tante volte verrà ripetuta: “Si deve sempre perdere una parte di sé perché la vita continui”. Un inno a lasciare andare il dolore, a viverlo nel momento e poi proseguire, senza rimpianti né rimorsi, accettando la vita che è un continuo rincorrersi di eventi positivi e negativi, di partenze e ritorni, di gioie e dolori.


AutCit18_01_Anne-Laure Boundoux_lelacrime_cover

Le lacrime dell’assassino, San Paolo edizioni
– eà di lettura da 11 anni

Vincitore di importanti riconoscimenti letterari, fra cui il Premio Andersen 2009, il romanzo di Anne-Laure Bondoux incanta con la potenza di uno stile scabro e poetico, e la suggestione di una vicenda sospesa tra realismo e metafora. Con l’atmosfera di una natura aspra e bella (un luogo geografcamente preciso, ma che potrebbe essere un qualsiasi altrove simbolico), e la commovente verità di due personaggi che entrano nel cuore. Defnire Le lacrime dell’assassino un libro per ragazzi è riduttivo, come lo sono spesso le catalogazioni. È un capolavoro, e nient’altro.


Anne–Laure Boundoux, nata a Parigi nel 1971, ha iniziato a scrivere all’età di dieci anni e questa passione sembra non averla mai abbandonata.
Ha lavorato nell’ambiente del teatro e del giornalismo. Nel 1996 ha scoperto la letteratura per ragazzi avvicinandosi alla redazione della rivista francese per bambini «J’aime lire» (Amo leggere!); da allora si dedica esclusivamente alla scrittura dei suoi romanzi. Nel 2004 viene pubblicato in Italia da San Paolo il suo romanzo Le Lacrime dell’assassino, già vincitore in Francia del premio Prix Sorcieres, si aggiudica nel 2009 il Premio Andersen nella categoria miglior libro oltre i 12 anni. I suoi romanzi sono emozionanti e crudi al tempo stesso, perché sa essere sincera ma le sue storie si giocano sul limite; una sfida tra emozioni e parole. Nel 2010 San Paolo ha pubblicato il suo ultimo romanzo Figlio della fortuna, pluripremiato in Francia.

AutCit18_02_Nadia Budde

Incontro con Nadia Budde, sul libro Sangue dal naso e altre avventure, Topipittori editore, un libro che offre l'occasione di confrontare la propria esperienza con quella di chi è stato bambino prima di noi; dare un senso nuovo alla parola famiglia; ridere e sorridere di vicende che anche se vissute da altri sono incredibilmente simili alle situazioni in cui il lettore giovane si è trovato e ha dovuto imbattersi. Una lettura per crescere, per scoprire la vita di grandi un tempo bambini anche loro, e trovare numerosi similitudini nei sentimenti e nelle emozioni di persone che non conosciamo e che nonostante tutto sentiamo vicini.

AutCit18_02_Nadia Budde_sanguedalnaso-cover

Sangue dal naso e altre avventure, Topipittori editore
– età di lettura dai 10 anni

Un meraviglioso diario di bordo da un’infanzia anni Settanta in Germania Est, fra proteste studentesche, condominii labirintici, nonni matti, usanze campagnole, abitudini cittadine, feste da ballo, gatti spiaccicati, previsioni meteorologiche, fori fnti, galline, programmi tv, cimiteri, acque inquinate, strani ranocchi, brutti occhiali e nasi tappati. L’impareggiabile umorismo di Nadia Budde per percorrere un viaggio a ritroso nel tempo attraverso ricordi olfattivi e non, lungo la giungla dell’età dell’oro fno alla caduta a precipizio verso la sconosciuta Terra dell’età adulta.


Nadia Budde è nata nel 1967 a Berlino, dove vive e lavora come illustratrice. Ha studiato Visual Communication Studies alla scuola d’arte Kunsthochschule Berlin-Weißensee. Dal 2005 lavora come docente, Visiting Professor e lettrice in numerose scuole; tiene laboratori di illustrazione in Germania e all’estero. Dal 2003 al 2015 ha svolto residenze d’artista in Kirghizistan, India e in Italia. I libri da lei pubblicati sono: Eins Zwei Drei Tier, Peter Hammer Verlag 1999; Such dir was aus, aber beeil dich (Sangue dal naso e altre avventure), S.Fischer Verlag 2009; Durch & Durch, Das Tolle Heft Nr.45, Büchergilde Gutenberg 2016. Ha vinto numerosi premi nazionali, tra i quali Deutscher Jugendliteraturpreis; Oldenburger Kinder und Jugendbuchpreis; Max-und-Moritz-Preis.

AutCit18_03_Franco Lorenzoni

Incontro con Franco Lorenzoni per ricordarci come all'origine della musica ci sia una relazione intima e totale con la natura e gli spiriti che la abitano e che paura, amore, solitudine, struggente nostalgia e ricerca di armonia, trovino nel canto e nel suono il loro primo linguaggio e, forse, la loro origine remota.
Ad accompagnare il suo racconto, le immagini di Federico Maggioni, che rielaborano il mito in una interessante e originale versione simbolica, coloratissima, ricca di riferimenti alla storia dell'arte moderna.

AutCit18_03_Franco Lorenzoni_orfeo-cover

Orfeo. La ninfa siringa e le percussioni pazze dei coribanti, Rrose Sélavy editore
– età di lettura: da 10 anni

Tre miti sull'origine della musica: C'è un bambino straordinario, Orfeo, che non piange appena nato ma si mette a cantare in modo così dolce da incantare gli uccelli che volano lì intorno. C'è la ninfa Siringa, che si trasforma in canne mosse dal vento per sfuggire a Pan, il dio dei boschi innamorato di lei, che costruirà con quelle canne il primo flauto per ricordare il suo amore. C'è un gruppo di ragazzi scatenati, chiamati Coribanti, che battendo bastoni, pietre e metalli, coprono il pianto del piccolo Zeus e gli salvano la vita.


Franco Lorenzoni è nato a Roma nel 1953 ed è maestro elementare a Giove, in Umbria. Ha fondato e coordina dal 1980 ad Amelia la Casa-laboratorio di Cenci, un centro di sperimentazione educativa che ricerca intorno a temi ecologici, scientifici, interculturali e di inclusione. Per questa attività ha ricevuto nel 2011, insieme a Roberta Passoni, il Premio Lo Straniero. Attivo nel Movimento di Cooperazione Educativa, ha pubblicato Con il cielo negli occhi (Marcon 1991, La Meridiana 2007), L’ospite bambino (Theoria 1994, Nuova Era 2001), con Marco Martinelli Saltatori di muri (Macro 1999), con Amaranta Capelli La nave di Penelope (Giunti 2001), con Maria Teresa Goldoni Così liberi mai (Nuova Era 2005), I bambini pensano in grande (Sellerio 2014), Orfeo. La ninfa Siringa e le percussioni pazze dei coribanti. Tre miti sull'origine della musica (Rrose Sélavy 2017). Collabora alle riviste «Cooperazione Educativa», «Gli Asini» e «Lo Straniero».


 

 


 


INFO E CONTATTI